Salta al contenuto principale

Mag
/
20
/
2019

Inviata lettera al Ministro Centinaio

Estendere alle aziende balneari le provvidenze stabilite per l’agricoltura nel caso di condizioni atmosferiche che provocano danni e riduzioni della capacità produttiva
ministro

E’ questa la richiesta contenuta in una comunicazione urgente al Ministro Agricoltura e Turismo Gian Marco Centinaio del SIB-FIPE/ Confcommercio che ha evidenziato come gli avversi eventi metereologici che, da settimane, interessano il nostro Paese oltre che aggravare il fenomeno erosivo già da tempo in atto su molte parti della costa italiana stanno notevolmente ritardando l’inizio della stagione balneare.

Mag
/
20
/
2019

Richiesto al ministro all'Ambiente Sergio Costa un incontro urgente sulle avverse condizioni atmosferiche che stanno flagellando le coste italiane

“Gli avversi eventi meteorologici che, da settimane, interessano il nostro Paese non solo stanno ritardando l’inizio della stagione balneare, ma anche e soprattutto, aggravano il fenomeno erosivo già da tempo in atto su molte parti della costa italiana: dal Lazio al Veneto; dall’Abruzzo alla Puglia non vi è regione italiana che non sia stata colpita dall’accentuarsi di questo grave e preoccupante fenomeno” afferma Antonio Capacchione, presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a Confcommercio.

Mag
/
20
/
2019

Decreto Crescita: presentati numerosi emendamenti

Il lavoro sindacale non si ferma

Anche grazie alla nostra incessante e persistente iniziativa sindacale, la presente per segnalarVi che sono stati presentati numerosi emendamenti che riguardano i balneari italiani sul decreto legge nr. 34 del 30 aprile 2019 cd Crescita, A.C. nr. 1807 all’esame della Camera dei deputati.

Mag
/
11
/
2019

Decreto legge Sblocca Cantieri

Presentati numerosi emendamenti

Anche grazie alla nostra iniziativa sindacale rivolta ai senatori,  sull’A.S.nr. 1248 decreto legge nr. 32 del 18 aprile 2018 cd Sblocca Cantieri, la presente per segnalarVi che su questo provvedimento di legge sono stati presentati numerosi emendamenti che riguardano i balneari italiani.
In particolare quelli che riguardano il mondo produttivo che rappresentiamo sono i seguenti:

  1. nr. 5.0.48 Ruspandini ed altri e nr. 5.0.49 Gasparri ed altri che sospendono il pagamento dei canoni pertinenziali e le procedure di decadenza nel caso di un loro mancato pagamento;

Mag
/
07
/
2019

Ipotesi emendamenti, urgenti e non più differibili, da inserire nel decreto legge 18 aprile 2019 nr. 32 Sblocca Cantieri

Come è noto la Legge di Stabilità, che ha differito al 31.12.2033 la scadenza della vigenti concessioni demaniali marittime, non ha risolto le molteplici criticità in cui versa il settore: prima fra tutte quella riguardante i pertinenziali.
Né il percorso di riforma ivi disposto con l’emanazione di un DPCM (che, tra l’altro, doveva avvenire entro il 30 aprile scorso),  non avendo forza di legge, è idoneo a risolvere alcune di queste criticità.

Mag
/
06
/
2019

Lettera aperta ai partiti e ai candidati al Parlamento Europeo

Abrogare la Bolkestein
europa

Gli stabilimenti balneari italiani, nel corso di quasi due secoli di storia, hanno realizzato un sistema unico al mondo parte integrante e costitutivo del nostro ‘Made in Italy’.
Quali luoghi di incontri, discussioni e socializzazione, hanno da tempo ereditato la funzione delle piazze cittadine simbolo dell'identità culturale, oltre che architettoniche, del nostro Paese che giustamente è stato definito l'Italia dei Comuni. 

Mag
/
01
/
2019

1°maggio 2019: gli imprenditori balneari chiedono e pretendono rispetto per il proprio lavoro

mare

Cari colleghi, 
sia se siete già aperti, sia se state ancora allestendo i vostri bagni, (riparando i danni provocati dalle mareggiate invernali), so che oggi per tutti gli imprenditori balneari sarà una giornata di lavoro.
Del resto una delle caratteristiche della nostra attività è quella che noi e le nostre famiglie lavoriamo anche quando tutti si riposano o sono in festa: anzi, proprio affinché possano rilassarsi in tranquillità e sicurezza. 

Apr
/
29
/
2019

Falsa la notizia di una procedura di infrazione

Il commento del presidente Capacchione

E' falsa e destituita di ogni fondamento la notizia di stampa su una procedura di infrazione che sarebbe stata avviata dalla Commissione Europea nei confronti dello Stato italiano sulla norma che dispone una diversa più lunga scadenza delle concessioni demaniali marittime.
Né vi è alcuna formale richiesta di chiarimenti o messa in mora da parte della Commissione Europea per lo stesso motivo.
I fatti dimostrano esattamente il contrario di quanto da taluno diffuso.