Salta al contenuto principale

Lug
/
26
/
2018

Il Presidente Antonio Capacchione al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare 

ambiente

Il Presidente del SIB Sindacato Italiano Balneari avv. Antonio Capacchione  accompagnato dal Segretario Generale Pietro Gentili,  ha incontrato in data odierna il Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare  avv. Amedeo Speranza per esaminare la questione dei rifiuti sulle spiagge. Dopo l’incontro la delegazione del SIB ha avuto un cordiale e proficuo colloquio con il Ministro Sergio Costa.

Lug
/
26
/
2018

Il mare si conferma anche quest'anno la meta preferita per le vacanze

E’ questo il risultato di uno Studio condotto da Confturismo, Confcommercio e l’Istituto Piepoli
confturismo

Si è tenuta oggi la Conferenza  stampa Confturismo: Estate 2018 Spesa e mete delle vacanze di italiani e stranieri ed ancora una volta risulta essere il mare  e le sue spiagge a trascinare il turismo, infatti il 68% dei vacanzieri sceglie destinazioni turistiche balneari e ben l’80% sceglie proprio le nostre coste, dove i servizi di spiaggia sono sempre più volti alla soddisfazione dei clienti italiani e stranieri.

Lug
/
25
/
2018

Vip Preparo io a Tirrenia, raccolta fondi in memoria di Selene Biosa

cuoco

Si scaldano le cucine e gli chef per l’edizione 2018 di Vip Preparo Io, la sfida culinaria promossa e organizzata da ConfcommercioPisa e S.I.B. Sindacato Italiano Balneari. Appuntamento da non perdere giovedì 26 al Tirrenia Doc Caffè a partire dalle ore 20,30.

Lug
/
25
/
2018

Questione balneare: inviata la documentazione a Erika Stefani, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie

stefani ministro

I Sindacati di categoria SIB-Confcommercio, FIBA-Confesercenti e OASI-Confartigianato hanno inviato al Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Erika Stefani, un documento condiviso sui problemi delle 30.000 imprese balneari italiane. E’ sempre più urgente, infatti, una iniziativa legislativa che affronti e risolva la drammatica situazione in cui versano le imprese turistico-ricreative italiane anche per l’applicazione della Direttiva Bolkestein.