Salta al contenuto principale

UN PROGETTO PER RIQUALIFICARE IL LITORALE NAPOLETANO

Apr
/
28
/
2004

Nell’area di Castellammare di Stabia e di Bagnoli grazie a spiagge pulite e servizi turistici oltre 470 nuovi posti di lavoro.

S.I.B. SINDACATO ITALIANO BALNEARI

Comunicato stampa

 UN PROGETTO PER RIQUALIFICARE IL

LITORALE NAPOLETANO

 Nell’area di Castellammare di Stabia e di Bagnoli grazie a spiagge pulite e servizi turistici oltre 470 nuovi posti di lavoro. 

Recupero turistico-balneare di due aree di particolare significato per la Regione Campania: l’ex-Italsider di Bagnoli e l’arenile urbano di Castellammare di Stabia.

E’ quanto prevede il progetto, approvato dalla Camera di Commercio di Napoli, denominato “Studio di fattibilità per recupero ambientale e nuovi insediamenti balneari e turistico-ricettivi sul litorale della provincia di Napoli”.

Lo Studio ha lo scopo di verificare la rilevanza del settore turistico-balneare all’interno del complessivo terziario turistico provinciale e regionale. Si propone, poi, di avanzare proposte di razionalizzazione delle risorse, di integrazione delle offerte turistiche e di estensione temporale del periodo di vacanza balneare, completando e perfezionando l’offerta turistica della regione Campania.

“I due progetti fanno parte di una serie di proposte avanzate dal nostro Sindacato già nel 1986, afferma Riccardo Scarselli, Presidente del S.I.B. volte sia a redigere i P.U.A. -Piani di Utilizzazione degli Arenili- sia a valorizzare l’attività turistica sulla fascia costiera. Gli imprenditori sono pronti ad intervenire affinchè sia attuata una riqualificazione della costa eliminando sporcizia, abbandono e degrado”. 

L’investimento per Castellammare di Stabia è pari a circa 20 mln di € a fronte di un incremento occupazionale annuo di oltre 120 persone, quello relativo all’ex-Italsider di Bagnoli, invece, prevede un investimento di circa 50 mln di € con un incremento dell’occupazione annua pari ad oltre 350 unità.

La realizzazione del progetto, curato dall’Arch. Antonio D’Auria, è stata affidata all’Ascom-Confcommercio della Provincia di Napoli con la collaborazione del S.I.B. (Sindacato Italiano Balneari) aderente alla FIPE.

 Roma, 28 aprile 2004

Allegato