Salta al contenuto principale

GLI STABILIMENTI BALNEARI PATRIMONIO STORICO CULTURALE DEL PAESE

Lug
/
20
/
2021
Livorno, Palazzo Pancaldi, 23 luglio 2021
evento 23 luglio

Con orgoglio e piacere, celebriamo il 60esimo anniversario della costituzione del Sindacato Italiano Balneari, la più antica e rappresentativa organizzazione dei balneari del nostro Paese, con una serie di iniziative che evidenzino il ruolo e la funzione della balneazione attrezzata italiana la quale, con la sua storia plurisecolare, ha reso competitivo il nostro Paese nel mercato internazionale delle vacanze costituendo una delle più importanti espressioni del Made in Italy.

Giova ricordare, in proposito che questo fenomeno economico e sociale è sorto nel nostro Paese con i “Bagni Baretti” di Livorno nel 1781 per poi affermarsi nel corso dell’Ottocento in moltissime località italiane: da Viareggio con i Bagni Nereo e Dori nel giugno del 1827 a Rimini con il Kursal del 1 luglio 1873; da Venezia con il “Fisola” del 1 luglio 1857 a Napoli con il “Bagno Donn’Anna” del 1840; e si potrebbe continuare per ogni località marina italiana la cui identità è stata plasmata dalla presenza degli stabilimenti balneari.

Nel corso dei secoli e dei decenni alcuni di questi hanno cambiato caratteristiche architettoniche, titolari o anche nome (come il citato per ultimo “Bagno Donn’Anna” poi denominato “Bagni Marini” e dal 1899 denominato “Bagno Elena”) continuando però a dare la propria impronta al territorio.

E proprio a Livorno il prossimo venerdì 23 luglio 2021 presenteremo queste iniziative quale contributo per una migliore conoscenza di questo fenomeno economico, sociale e di costume che tanto ha contribuito e continua a contribuire al successo turistico del nostro Paese.

Saranno presenti, fra gli altri, il Ministro al turismo Massimo Garavaglia, il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e la prof.ssa Annunziata Berrino fra i più autorevoli storici del turismo italiano ed internazionale.