Salta al contenuto principale

CONTROLLI DEI NAS NEGLI STABILIMENTI BALNEARI: POCHE INFRAZIONI RISPETTO AL NUMERO DELLE IMPRESE

Lug
/
22
/
2003

Il S.I.B. invita i turisti a segnalare eventuali irregolarità.

“443 infrazioni su oltre 10.000 imprese balneari rappresentano una percentuale molto limitata”, afferma Riccardo Scarselli, Presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari della FIPE/Confturismo, riguardo ai controlli negli stabilimenti balneari effettuati dai Carabinieri dei NAS. “Le infrazioni riscontrate sono relative a strutture nella maggior parte dei casi prive di qualsiasi autorizzazione e, pertanto, da considerarsi abusive. La nostra categoria – continua Scarselli – persegue non solo la soddisfazione dei clienti ma intende garantire, soprattutto, la massima sicurezza, non solo in spiaggia, anche all’interno delle strutture (bar, tavola calda e ristoranti), per quanto riguarda le norme igienico-sanitarie”. Gli imprenditori balneari sono per il totale rispetto delle regole e per la corretta applicazione delle norme a tutela dei turisti che, specialmente in questo periodo, affollano i litorali italiani. Laddove fossero riscontrate delle infrazioni, di qualsiasi natura, è giusto e corretto che le forze dell’ordine facciano il proprio dovere intervenendo tempestivamente e sanzionando pesantemente i trasgressori. Il S.I.B., infine, invita i clienti delle imprese balneari a segnalare le irregolarità o le insoddisfazioni riscontrate per e-mail: sib@fipe.it oppure per SMS al n. 329.8668313.

Allegato