Salta al contenuto principale

Imprese balneari: una risorsa per il turismo

Feb
/
04
/
2019
Quale futuro dopo la proroga a 15 anni
terracina

Si è svolta a Terracina l’assemblea degli imprenditori balneari del Lazio, alla presenza del presidente nazionale S.I.B./FIPE/Confcommercio, Antonio Capacchione e del presidente Confcommercio Lazio Sud, presidente provinciale del S.I.B. Latina, Mario Gangi.
Sono intervenuti, tra gli altri, il vice presidente vicario Confcommercio Lazio e membro di giunta nazionale FIPE, Italo di Cocco, il direttore regionale Confcommercio Lazio, Salvatore Di Cecca, Sergio Celestino della segreteria dell’Assessore regionale ai Lavori Pubblici, l’on. Francesco Zicchieri, il senatore Maurizio Gasparri e il sindaco di Terracina, Nicola Procaccini. Presenti in sala anche  il presidente Confcommercio Latina, Valter Tomassi e il coordinatore S.I.B. Sud pontino Eliano Catanzaro.
Il presidente Capacchione, dopo aver ripercorso le varie tappe che hanno portato al varo delle norme riguardanti la categoria all'interno della Legge di Stabilità, ha affermato “la necessità di tutelare il settore mettendolo in sicurezza”.
“Si tratta di eliminare la precarietà giuridica di una disciplina, ormai obsoleta, che risale ai tempi del Codice della Navigazione, (anno 1942), insieme alla riduzione della pressione fiscale, esosa, ingiusta e insostenibile. Senza trascurare la necessità di una programma nazionale per il contrasto del fenomeno erosivo, che metta in campo risorse pubbliche e che mobiliti quelle private su progetti di elevata qualità, con procedure celeri e non farraginose” ha continuato il presidente nazionale degli imprenditori balneari.
Il S.I.B. è impegnato ad affermare l'alta funzione sociale della balneazione attrezzata italiana, segnalando il gravissimo danno che l'intero Paese subirebbe se ci fosse un ridimensionamento o, addirittura, fosse eliminata del tutto, come qualcuno, perfino, propugna e persegue.
“Corrisponde, pertanto, a un preminente interesse pubblico la difesa di questo importante servizio fornito da migliaia di famiglie che, grazie al proprio onesto lavoro, garantiscono che la balneazione avvenga in totale sicurezza e completa tranquillità”, ha concluso Capacchione.