Salta al contenuto principale

Pasqua: SIB, aperti gli stabilimenti balneari

Apr
/
13
/
2006

Novità 2006 i lettini elioterapici, ricarica cellulari, maxischermi e maggiori spazi per praticare sport, prezzi sostanzialmente invariati.

“Chi sceglierà la spiaggia durante le vacanze di Pasqua troverà gli stabilimenti balneari aperti, pronti ad accogliere i turisti, ma anche tante piacevoli novità”, dichiara Riccardo Borgo, Presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari, aderente alla FIPE/CONFCOMMERCIO, che associa circa 10.000 stabilimenti balneari. Le imprese balneari anche quest’anno hanno ampliato i servizi offerti seguendo l’ottica di soddisfazione del cliente e una qualità sempre maggiore. In molti stabilimenti, oggi, è sempre più frequente trovare oltre al lettino ed all’ombrellone, il bar, la tavola calda o il ristorante, un ampio parcheggio, sale giochi ed ampi spazi riservati ai bambini. Le principali novità per il 2006 saranno i ‘lettini elioterapici’, (per quei clienti che vogliono iniziare ad abbronzarsi), portacellulare direttamente sul lettino oltre alla possibilità di ricaricarlo sotto l’ombrellone, massaggi orientali, maggiori spazi per attività sportive come beach volley, beach tennis o ping-pong, e di svago, fino ad arrivare a campi di calcetto, (per poter emulare i campioni impegnati nei Campionati mondiali di calcio che si svolgeranno all’inizio dell’estate in Germania). Molti stabilimenti balneari, poi, allestiranno dei maxischermi per offrire alla clientela la possibilità di seguire, in diretta, le partite di calcio, ma anche i Gran Premi di Formula 1 o Moto GP. Il S.I.B. in merito ai prezzi dei servizi di spiaggia, a coloro i quali intendono ritoccarli, ha consigliato di mantenere gli aumenti entro il tasso d’inflazione. Molti imprenditori, peraltro, hanno già annunciato che non modificheranno le tariffe rispetto al 2005. “Si tratta di un notevole sforzo compiuto dalla categoria, continua Borgo, la situazione economica generale, infatti, e quella turistica in particolare, ci impongono di considerare con estrema cautela le tariffe. In molti litorali è già una realtà l’allungamento della stagione balneare, ci auguriamo di poter arrivare ad avere imprese aperte anche nei mesi invernali, proprio per accontentare molti dei clienti che, da tempo, richiedono la possibilità di usufruire dei nostri servizi nei mesi precedenti e successivi la stagione turistica, sia di giorno che di sera”. Consideriamo il week-end di Pasqua una sorta di prova generale prima dell’avvio ufficiale della stagione estiva. Negli ultimi 2 anni il turismo balneare ha riscontrato segnali negativi, non tanto per le presenze, quanto piuttosto per la ridotta capacità di spesa dei clienti. Speriamo che nel 2006 ci sia un rilancio della destinazione mare, gli imprenditori balneari stanno già facendo la propria parte, confidiamo, però, in tante giornate di sole perché per il nostro lavoro le condizioni atmosferiche sono davvero determinanti.

Roma, 13 aprile 2006

Allegato